Giugno 2016: scadenze e divieti

 

L'eccellenza dei sollevamenti garantita da un Associato ANNA: interventi eseguiti dal nostro Associato FAGIOLI SPA

ALLUNGAMENTO DI 4 NAVI DA CROCIERA MSC (2014-2015)

Cliente: Fincantieri

Attrezzatura

  • 22 skid shoes (capacità 1000 ton cad.)
  • Carrelli SPMTs 80 assi

All'interno del cantiere a Palermo Fagioli ha posizionato binari di scorrimento in modo di poter eseguire l'operazione di spostamento della prua della nave in avanti di 30 metri con l'utilizzo di 22 skid shoes. Il bacino di carenaggio è stato riempito di acqua per consentire alla nave da crociera di entrare nel bacino. La prua della nave è stata posizionata sopra i binari di scorrimento, mentre la poppa ha posato su blocchi di cemento. Dopo che il cantiere è stato liberato dall'acqua, la nave è stata tagliata in due sezioni da parte del cliente. Una volta che la prua è stata spostata in avanti, Fagioli ha preparato 80 assi SPMTs per il trasporto della nuova sezione. La sezione è stata spostata a fianco della nave e inserita tra la poppa e la prua della nave. Dopo l'attività di "inserimento", lo scopo del lavoro di Fagioli è stato quello di riportare indietro la prua della nave al fine di completare il processo di jumboizzazione. I carrelli Fagioli hanno consentito l'allineamento con la prua e la poppa in vista della fase finale dell'operazione, la quale consisteva nel montaggio e saldatura di tutta la nave da parte del cliente.



CONCORDIA WRECK REMOVAL PROJECT (2012-2014)

Cliente: Titan - Micoperi

Per il recupero della Concordia Fagioli ha utilizzato 11 torri di sollevamento / 92 martinetti (strand jacks) / 48 assi SPMT / Cavallette idrauliche / Chiatte.
I martinetti sono stati usati con le torri per le operazioni di stabilizzazione del relitto e rotazione (parbuckling) dello stesso fino a circa 20 gradi. La fase completa di rotazione è stata realizzata con lo zavorramento dei cassoni e dei martinetti posizionati sugli stessi. Una volta ruotata la nave si è adagiata sulle sei piattaforme subacquee di acciaio che sono state appositamente posizionate per creare una base stabile per il relitto, ormai in posizione verticale. 48 Martinetti posizionati sul lato starboard (nella parte interna) pronti a dare la spinta necessaria per tenere i cassoni contro la Concordia; 36 Martinetti posizionati sul lato starboard (sulla parte esterna dei cassoni) per dare la spinta necessaria per non far muovere o ribaltare i cassoni durante il ri-galleggiamento. Svuotando i cassoni dall’acqua , il relitto è stato portato in fase di galleggiamento per essere poi trainato a Genova. La Concordia pesava 114.000 tonnellate



ADRIATIC LNG (2006 – 2008)

Cliente: Exxon Mobile

Fagioli ha partecipato al progetto di installazione di moduli con peso fino a 4800 tonnellate per il ri-gassificatore ADRIATIC LNG costruito ad Algeciras, Spagna e trainato fino in Italia di fronte a Rovigo.
Fagioli ha usato 200 assi SPMTs, torri di sollevamento con martinetti idraulici, skid shoes con un sistema chiamato “elevator system, grù cingolate per movimentare 140 pezzi eccezionali e eseguendo più di 600 operazioni sul campo. La difficoltà principale è stato il posizionamento di 11 moduli (con peso che variava da 203 a 4800 tonnellate) sopra la piattaforma in cemento ad un’altezza di ca. 50 metri. Fagioli ha utilizzato i carrelli speciali per lo sbarco dei moduli e il trasporto nell’area di installazione, uno speciale “ascensore” con capacità di 7200 tonnellate Fagioli (elevator system) con scarpe o “skid shoes” per la movimentazione orizzontale dei moduli e le torri con i martinetti per il sollevamento dei moduli stessi.



PROGETTO M.O.SE (2012-2013)

Cliente: Mantovani

Il progetto è un sistema di difesa integrato composto da paratoie mobili in grado di isolare la laguna veneziana dal Mare Adriatico quando la marea supera un livello prestabilito. Fagioli ha eseguito il posizionamento di cassoni da 12000 tonnellate sul fondo del mare all'interno dei quali è avvenuta la posa delle barriere mobili. Per movimentare e installare i cassoni, Fagioli ha pensato di utilizzare una struttura creata ad hoc per questo progetto, un “catamarano” formato da due chiatte marittime e due rimorchiatori, due crosshead beams (che collegano le chiatte) e degli strand jacks per abbassare i cassoni sul fondale marino.
Dopo l’installazione dei cassoni a Fagioli è stato assegnato il compito di installare 4 barriere mobili. Per questa operazione, Fagioli ha costruito una struttura a cavalletta di varo del peso di 360 ton, composta da 4 sezioni di torri (top frames) e 2 crosshead beams, una “trave pescatrice” muniti di 4 martinetti per sollevare e posizionare in mare le barriere mobili da 210 ton. Il tutto caricato su una chiatta di proprietà composta da cavallette idrauliche e con l’utilizzo dei carrelli SPMT per le movimentazioni.

 

Limitazioni per la A22 vigenti - Settimana 17

CLICCA QUI per scaricare la tabella con le limitazioni per l'autostrada A22 vigenti nella settimana n. 17 dell'anno, in formato Excel.

 

Chiusura tratto autostradale A22 del 15/03/2016

 

Assemblea Generale ASSOANNA Bologna 19.03.2016

Quest’anno abbiamo ritenuto di allargare l’invito a tutti gli specialisti del settore in quanto gli argomenti trattati sono di fondamentale importanza per il nostro settore, pertanto Vi comunichiamo di aver convocato l'Assemblea Generale dell’ANNA, per il giorno

Sabato 19 marzo 2016
dalle ore 10,30 alle ore 18,00

presso L’HOTEL BOLOGNA AIRPORT
40132 Bologna – Via Marco Emilio Lepido, 203/14
Tel. : +39 051 409211 - Website : http://www.airporthotelbologna.it

con partecipazione dell’Avv. Pierguido Soprani e l’Avv. Guido Marangoni in seduta ordinaria per discutere e deliberare sull'Ordine del Giorno scaricabile cliccando qui.

Vi aspettiamo numerosi!